L’ancoraggio – Fioreria D’Arsie’

FIORERIA D’ARSIE’

La Fioreria D’Arsiè è una bottega storica che dal 1948 risiede a Serravalle. La famiglia D’Arsiè si tramanda questa tradizione da tre generazioni con uno stile del tutto originale e contemporaneo di fioreria. E’ sufficente fermarsi a guardare le vetrine della Fioreria D’Arsiè per ricaricarsi di energia positiva e se varcate quella soglia vi immergete in un mondo fatato, colmo di decorazioni natalizie molto originali oltre che di fiori e vasi di ogni genere. Sembra di essere in un’altro mondo…

Dietro ad un fiore quanti momenti importanti ci sono? Le cerimonie, le dichiarazioni, le tappe della vita privata e dei successi di vita vengono consolidate con i fiori. La nostra casa senza piante sarebbe asettica eppure hanno solo una pura funzione decorativa senza un’utilità fine a se stessa, ma danno calore ed emozioni. Le emozioni sono l’ossigeno per il nostro cervello, sono la leva che ci mette in moto. Le decorazioni natalizie ci danno una carica emotiva per arrivare al Natale pronti ad una valanga di stati d’animo positivi, di abbracci e di belle parole, che servono tanto quanto il cibo di cui ci nutriamo per sopravvivere. Vi immaginate come sarebbe un Natale senza decorazioni? Impensabile!

La Fioreria D’Arsiè non vende fiori e decorazioni, vende ancoraggi che ci ricordano le nostre emozioni positive.

Gli ancoraggi

Avete mai pensato a quanti oggetti puramente decorativi fanno parte della nostra vita? Anche i nostri antenati che dovevano lottare per la sopravvivenza dopo le vittorie importanti tenevano qualche trofeo decorativo per ricordare i loro successi. Da qualche anno ho imparato anch’io a segnare ogni mia conquista importante con un oggetto puramente decorativo, che acquisto perchè mi possa ricordare tutta la fatica che ho fatto per raggiungere quell’obbiettivo. In gergo formativo ho imparato a chiamarli ancoraggi…. può essere in braccialetto che idosso sempre, oppure un’opera d’arte, un vaso, una decorazione per la casa. Pensiamo solo alle decorazioni dell’albero di Natale… chiunque ha un oggetto appeso al suo albero di Natale che ha acquistato in un particolare momento oppure ha ricevuto in regalo e gli ricorda un sentimento positivo. Da queste cose io raccolgo la forza ed il coraggio per affrontare nuove conquiste… scalare nuove montagne…. inseguire nuovi sogni. I nostri sogni in fondo ci fanno una gran paura, se ci diamo da fare per realizzarli dobbiamo mettere alla prova le nostre capacità. E’ più facile dubitare nelle proprie capacità che di quelle altrui. Io ho molti sogni ed ogni volta che ne realizzo uno ne trovo altri sempre più grandi. Quando inizio il viaggio per conquistarne uno di nuovo, prima di partire con il primo passo, vengo assalità dai dubbi, tendo a volerlo ridimensionare perchè penso sia troppo per le mie capacità. Poi mi ricordo che ogni volta che ho chiesto a me stessa di fare un passo più grande della volta precedente ho stimolato le mie capacità più nascoste e queste emergono solo quando pretendiamo da noi stessi molto di più di quello che abbiamo fatto fino a quel momento. In quel momento cerco tutti quegli oggetti apparentemente inutili, puramente decorativi che io chiamo ancoraggi e mi ricordo per ognuno di essi il percorso che ho fatto fino alla conquista di un qualcosa, anche semplicemente della mia libertà emotiva, della stima in me stessa o di un’importante tappa lavorativa. Fra i miei ancoraggi ci sono decorazioni per la casa, opere d’arte, un angelo che sarebbe un decoro natalizio ma a me ricorda chi mi protegge dall’alto e resta esposto tutto l’anno, i miei tatuaggi che mi ricordano di aver superato i limiti che io mi ponevo, l’orchidea che mi ricorda la virtù della pazienza, il saper aspettare, perchè la fioritura dell’orchidea richiede un’attesa lunghissima ma i fiori poi sono stupendi e durano per molto tempo. Prima di usare gli ancoraggi come metodo di memoria delle conquiste rischiavo spesso di dimenticare quante cose so fare, ma rischiavo anche di dimenticare che solo attraverso grandi sacrifici ed impegno si arriva a grandi mete e non ci sono scorciatoie. I miei ancoraggi mi ricordano l’importanza di avere delle regole, l’importanza di mantenere ordine nella propria vita e questo comporta anche tagliare ed eliminare tutto ciò che ci crea disturbo e rallenta il nostro percorso. Quando ho un appuntamento importante di lavoro, prima di incontrare qualche imprenditore di un certo spessore, penso a cosa posso avere io da insegnare a chi si è costruito da solo un’azienda, proprio in quel momento guardo i miei tatuaggi, i miei cimeli e mi ricordo da dove sono arrivata io e dove sono oggi, e non parlo solo di situazioni economiche ma anche di crescita personale, di maturità e di consapevolezza… e tutto questo deve andare a pari passo, altrimenti il gioco non regge…

OUTFIT

Adoro questa maglia di Sara Bergantini, è particolarmente confortevole e molto originale con le toppe in strass. Si adatta sia ad un outfit chic con gonna lunga in raso che a questo outfit Texano particolarmente sportivo e confortevole. Mi piace indossare lo stivale Texano più con le gonne che con un banale jeans.

SHOPPING A VITTORIO VENETO

Maglia e orecchini Sara Bergantini e gonna SemVaccaro by Mara Dal Cin

Stivali Texani RAS e borsa Gianni Chiarini by Peccolo Calzature

TEAM MINIGONNE E SANT’AUGUSTA

FOTO by RENATO ZANETTE FOTOGRAFO

WEB AGENCY IDEALMEDIA

CAPELLI by CRYSTAL ROSE Hair Style unisex

ANTI-AGE and MAKE-UP by CENTRO ESTETICA LIVIA

FISIOTERAPIA by ATLANT STUDIO DI FISIOTERAPIA

MANICURE e RIMODELLAMENTO CORPO by CENTRO ESTETICO L’ETOILE

FITNESS TRAINING by NATHAN LAB

RIFLESSOLOGIA by ROBERTO SPARVOLI RIFLESSOLOGO

TESTO by MANUELA GISEL ALTOE’

leggi di più … www.minigonneesantaugusta.com

Think with love ♥