Piazza Flaminio - Vittorio Veneto - Manuela Gisel Altoè - foto Renato Zanette Fotografo

Leggeri come una rondine e non come una piuma

Ciao bella gente, avete mai provato un immenso desiderio di leggerezza, di frivolezza?
A me capita quando arrivo ad affrontare il week-end, dopo una settimana impegnativa. Più è pesante e frenetica la settimana, più ho bisogno di essere leggera.
Avere l’elasticità mentale e la capacità di passare da pesantezza a leggerezza senza perdere il senso dell’orientamento non è facile.
Lasciarsi andare come una rondine, mantenendo il controllo della direzione del volo e non barcollare a destra e a manca in balia del vento come una piuma

Che bella sensazione.

Piazza Flaminio - Vittorio Veneto - Manuela Gisel Altoè - foto Renato Zanette FotografoDiciamocelo, più la vita è frenetica e più questi momenti sembrano dei piccoli doni e più si gusta ogni momento.
Apprezzavo molto meno il tempo libero quando ne avevo molto.
In tal proposito puoi leggere questo articolo che spiega come apprezzare al meglio la propria vita e il proprio lavoro.

L’indumento di abbigliamento che rappresenta più di tutti gli altri questo stato d’animo è la gonna in tulle.
Mi ricorda tanto Sarah Jessica Parker in Sex and the City (Carrie Bradshaw).

La gonna in tulle, portata con una comoda felpa e t-shirt che sdrammatizzano, pur mantenendo un outfit femminile e magico, il tutto di Dani Shop a Vittorio Veneto, mi fanno sentire veramente leggera e spensierata. Gli occhiali sono Alain Mikli e li puoi trovare da Ottica Piccin in Via Daniele Manin 146 , poco dopo a Viale della Vittoria in località Salsa.

Piazza Marcantonio Flaminio (Platea Magna)

Mi sento leggera, pur passeggiando su Piazza Flaminio (Platea Magna) a Serravalle di Vittorio Veneto, che porta con se la pesantezza di secoli di conflitti e rinascite. Infatti sembra che l’antica Piazza insieme a Serravalle a due passi dalla scalinata che porta al Santuario di Sant’Augusta, risalga all’epoca romana. Serravalle è sempre stata oggetto di conquista per la sua posizione geografica tattica. Quindi di lì passarono i Longobardi , gli Ungari e poi arrivò la potente famiglia Da Camino, che ne prese il possesso dal 1154 al 1335, e che portò sviluppo economico e ricchezza. Successivamente arrivarono i Veneziani della Serenissima che portarono commercio e industria, principalmente armerie, fonderie per campane e l’industria della seta. Successivamente passò sotto il dominio di Napoleone, del regno Lombardo-Veneto e dell’Impero Austro-Ungarico. Non per ultimo poi subì l’assedio delle Guerre Mondiali, in particolare fu teatro dell’ultima Battaglia del 1918, per la Guerra del 15-18. Quindi si possono respirare, nella varietà architettonica dei Palazzi di Piazza Flaminio, tutti questi secoli di alternanza fra periodi di florida ricchezza in alternanza a periodi di crudi conflitti di sangue e povertà.
Per approfondimenti sui Palazzi puoi scaricare questo PDF dal sito turistico della Città di Vittorio Veneto o la guida su Vittorio Veneto sul sito Zainoo.com.

Pesantezza e leggerezza sono 2 metà della stessa moneta, una non può sopravvivere senza l’alternarsi dell’altra.
Quanta pesantezza c’è nella leggerezza? Pensateci.

Buona vita e buon shopping.


FOTO di RENATO ZANETTE  FOTOGRAFO