B-Villa-Croze,Renato-Zanette-Fotografo,Manuela-Gisel-Altoè,Minigonne-e-Sant'Augusta,Favole-sposa,

Villa Croze, Galleria Civica “Vittorio Emanuele II” e location per eventi

Villa Croze

Vittorio Veneto è una città ricca di ville e di musei, ma Villa Croze merita una particolare attenzione per la sua polifunzionalità oltre che per il fascino di questo palazzo e l’importanza della collezione che ospita. Parliamo di 620 opere della collezione Paludetti, questa è una delle collezioni di opere d’arte più importanti del Veneto dei primi del ‘900, fra cui Pino Casarin, Guido Cadorin, Armando Tonello, e Luigi Cillo.

Villa Croze dal 2002 ospita la Galleria Civica Vittorio Emanuele II per volontà del Professor Giovanni Paludetti (1912-2002) e grazie alle donazioni dello stesso. Villa Croze è stata costruita su progetto dell’Architetto Carlo Costantini nel 1906 per volontà dell’Ingegner Ottavio Croze. Dopo essere stata residenza della famiglia Croze ha avuto vari proprietari fino a diventare appunto nel 2002 Galleria Civica Vittorio Emanuele II. E’ posizionata sulla via princiale di Vittorio Veneto, il suggestivio Viale della Vittoria, ex viale della Concordia. La villa ospita la collezione Paludetti con 620 opere di arte medievale, moderna e contemporanea, prevalentemente veneta, fra dipinti, stampe, arredi, tappeti ed oggettistica. Il Professor Giovanni Paludetti era un uomo di grande cultura, è stato professore e preside di vari istituti oltre ad aver collaborato con varie testate giornalistiche e ad aver pubblicato libri di poesia e saggi di arte e storia. Egli amava circondarsi di cose belle fra dipinti ed oggetti, oltretutto acquistò dalla famiglia Croze i loro mobili dei primi del ‘900 per la sua abitazione. Oggi gli stessi fanno parte della mostra della Galleria Civica. Inizialmente Paludetti collezionò opere esclusivamente di artisti Veneti, poi aggiunse anche opere di artisti non Veneti che hanno però operato anche in laguna.

Eventi

Villa Croze non è solo questo. Dalle foto potete vedere che la location può essere anche adibita alla celebrazione di matrimoni per chi cerca un ambiente più suggestivo del Municipio Comunale, oltre ad ospitare mostre temporanee, piccoli eventi e varie iniziative. Oggi il matrimonio non è più una tappa obbligatoria, ma è una scelta. Ormai la convivenza è la normalità e spesso il matrimonio è una tappa successiva che consolida il rapporto. Io mi commuovo tantissimo davanti alle seconde nozze con la stessa persona…L’amore più grande è quello ritrovato dopo che le strade si sono separate per un periodo… in questo caso il sentimento è veramente profondo. Io credo che oggi si dia ancora più importanza al matrimonio che in passato, proprio perchè è una scelta non un’imposizione della società e quindi va celebrato anche in maniera originale e personale. Trovo che questa location si presti molto.

ARGENTO VITTORIESE

In questo momento e fino al 30 giugno Villa Croze e il Museo dei Cenedesi ospitano la mostra fotografica “ARGENTO VITTORIESE”. Si tratta di una raccolta di ritratti fotografici del  primo ventennio del ‘900 selezionati dalla  “Collezione Francesco Burighel” che è frutto di un ritrovamento dello stesso dottor Burighel nel 2003, durante il restauro di Villa Correr a Ceneda di Vittorio Veneto. Sono state ritovate 505 vecchie lastre di vetro alla gelatina ai sali d’argento, la maggiorparte in buono stato, che erano rimaste custodite nell’incavo di una finestra murata. La maggiorparte sono ritratti di famiglie dell’epoca. E’ uno scenario veramente suggestivo.

G-Villa-Croze,Renato-Zanette-Fotografo,Manuela-Gisel-Altoè,Minigonne-e-Sant'Augusta,Favole-sposa, (2)IL MIO OUTFIT

Commentare un abito da sposa non ha molto senso. Ogni donna ha il suo abito da sposa, adatto solo a lei. con gonna ampia, con gonna dritta, più scollato, meno scollato, largo, stretto, etc. Il giorno del matrimonio è un giorno speciale, si dice che è per sempre, anche se spesso non è così ed anche l’amore finisce. Spesso si convola a nozze anche per la seconda volta e non si può dire che sia più speciale della prima, ma è diversamente speciale, frutto di una scelta più matura e ponderata. Ma esiste anche chi si fa trascinare dalla passione dopo aver trattenuto per una vita le emozioni, e si lascia andare per la prima volta in età avanzata, dopo aver condotto una vita da scapolo piena di entusiasmo e poi improvvisamente conosce la passione, il grande amore, quello speciale che ti fa smettere di volare da fiore in fiore senza concedere più di qualche momento futile di passione. Arriva così il momento di smettere di scappare. Il matrimonio ha tante sfacettature, per ognuno di noi è una storia diversa, ma io qui lo rappresento nella sua forma più tradizionale. Abito bianco e scarpe bianche, è così che mi piace interpretarlo.

 

G-Villa-Croze,Renato-Zanette-Fotografo,Manuela-Gisel-Altoè,Minigonne-e-Sant'Augusta,Favole-sposa, (2)SHOPPING A VITTORIO VENETO… DOVE PUOI ACQUISTARE LE COSE CHE IO INDOSSO?

Abito da sposa presso Favole sposa

Decoltè Giulia by Calzature Michele Paludetti

Orecchini by Gioielli Balliana

G-Villa-Croze,Renato-Zanette-Fotografo,Manuela-Gisel-Altoè,Minigonne-e-Sant'Augusta,Favole-sposa, (2)